top-incentivi

INFORMAZIONI SUI
CONTRIBUTI E INCENTIVI

Acquistando i camini Climacalor puoi recuperare parte
delle spese grazie agli incentivi e ai contributi 2022
super bonus

SUPERBONUS 100%

I generatori a legna e pellet rientrano tra gli interventi che danno accesso all’Superbonus 110% e nel caso in cui si effettui un intervento trainante di qualsiasi natura, è possibile abbinare l’installazione di un prodotto ClimaCaloR con certificazione ambientale 4 stelle e ottenere quindi la detrazione al 110% per l’intero intervento.

È una detrazione fiscale del 110% sulle spese sostenute per chi effettua interventi di isolamento termico, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e riduzione del rischio sismico nei propri condomini o abitazioni singole. La detrazione fiscale del 110% vale per i lavori effettuati a partire dal 1° luglio 2020 e ha scadenze diverse in base ai soggetti che sostengono la spesa.

Per ottenere la detrazione del 110%, gli interventi, nel complesso, devono assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche (ad esempio dalla D alla B), anche congiuntamente ad altri interventi di efficientamento energetico previsti dall’ecobonus che normalmente prevedono una percentuale di detrazione inferiore. Se questo “salto” di 2 classi non è possibile, bisogna comunque ottenere il passaggio alla classe energetica più alta, quindi per chi si trova nella classe energetica “A3” il superbonus viene riconosciuto con il passaggio alla “A4”. Il passaggio di classe va dimostrato con l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.), ante e post-intervento, rilasciato da un tecnico abilitato.

Per ottenere il superbonus puoi indicare la spesa nella dichiarazione dei redditi oppure richiedere il così detto sconto in fattura al fornitore o accedere alla cessione del credito d’imposta a terzi, comprese banche, operatori finanziari ma anche vicini di casa o conoscenti.

Le tipologie di impianti a biomassa che possono essere ammissibili all’intervento di sostituzione degli impianti previsto da Superbonus 110% sono:

  • Caldaie a biomassa con potenza nominale non superiore a 500 kWt;
  • Stufe e termocamini a pellet;
  • Stufe e termocamini a legna.

Gli impianti dovranno rispettare i requisiti stabiliti nell’Allegato G del Decreto Requisiti Tecnici per accedere al Superbonus.

I prodotti ClimaCaloR che possono accedere al Superbonus 110% sono:

  • Termocamini Idroplus
  • Monoblocchi Airplus e Airplus HP
  • Inserti Airbox
detrazione-fiscale

DETRAZIONE FISCALE 50%

L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’Irpef del 50% per le spese sostenute, tra le altre, anche per l’acquisto di un camino ClimaCaloR. Tali spese devono rientrare in un più ampio progetto di ristrutturazione edilizia o di risparmio energetico, ed è previsto un limite massimo di 96.000 euro.

ECOBONUS

È una detrazione fiscale che viene riconosciuta per interventi di sostituzione totale o parziale dell’impianto di climatizzazione invernale con uno dotato di generatore a biomassa, oppure come integrazione o nuova installazione sugli edifici esistenti.

L’intervento richiede:

  • un rendimento utile nominale minimo non inferiore all’85%
  • la certificazione ambientale di cui al D.M. 7.11.2017 n. 186, in attuazione del D.Lgs. 152/2006 (art. 290, comma 4), in base al punto 1 dell’allegato 2 del D.Lgs. 28/2011;
  • il rispetto di normative locali per il generatore e per la biomassa;
  • I generatori alimentati da biomasse combustibili devono rispettare i requisiti di cui all’allegato G al DM 6.08.2020.
  • La potenza termica complessiva dei nuovi generatori installati non può superare per più del 10% la potenza dei generatori sostituiti, salvo che l’incremento di potenza sia motivato e asseverato da un tecnico abilitato.
  • Nel caso di contestuale sostituzione di un altro impianto a biomasse, occorre il conseguimento della certificazione ambientale con classe di qualità 4 stelle o superiore.

L’Aliquota di detrazione dall’IRPEF o IRES è pari al 50% delle spese totali sostenute dal 1.01.2018 al 31.12.2021. Limite massimo di detrazione ammissibile: 30.000 euro per unità immobiliare.

La detrazione fiscale è da ripartire in 10 rate annuali di pari importo, dal 1° gennaio 2016 è prevista inoltre la possibilità di cedere il credito, o di richiedere l’intero contributo sotto forma di sconto in fattura.

I prodotti ClimaCaloR agevolabili sono:

  • Termocamini Idroplus
  • Monoblocchi Airplus
  • Inserti Airbox
BONUS CASA

Riguarda gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, sia quando si effettuano sulle singole unità abitative sia quando riguardano lavori su parti comuni di edifici condominiali.

Il decreto legge n. 83/2012, successivamente più volte prorogato, ha elevato al 50% la percentuale di detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio.

L’agevolazione spetta non soltanto ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese (locatari, usufruttuari, ecc…).

I lavori sulle singole unità immobiliari per i quali spetta l’agevolazione fiscale sono i seguenti:

  • manutenzione straordinaria
  • restauro e risanamento conservativo
  • ristrutturazione edilizia

Tra gli interventi di manutenzione straordinaria possono rientrare anche quelli effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

La detrazione per gli interventi di recupero edilizio non è cumulabile con l’agevolazione fiscale prevista per gli stessi interventi dalle disposizioni sulla riqualificazione energetica degli edifici.

L’Aliquota di detrazione dall’IRPEF o IRES è pari al 50% delle spese totali sostenute.

La detrazione fiscale è da ripartire in 10 rate annuali di pari importo, dal 1° gennaio 2016 è prevista inoltre la possibilità di cedere il credito, o di richiedere l’intero contributo sotto forma di sconto in fattura.

 

Sono agevolabili tutti i prodotti ClimaCaloR ad eccezione dei prefabbricati Patio.

conto-termico

CONTO TERMICO 2.0

ClimaCaloR ha dedicato una gamma completa ai prodotti dotati dei requisiti tecnici necessari per beneficiare di questo importante incentivo economico che “premia” chi sostituisce i vecchi generatori di calore con nuovi sistemi ad alto rendimento e basse emissioni inquinanti.

Un concentrato di responsabilità etica, valore commerciale e tecnologia che ClimaCaloR traduce con prodotti ecosostenibili, competitivi e tecnologicamente all’avanguardia.

Il Conto Termico incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni. I beneficiari sono principalmente le Pubbliche amministrazioni, ma anche imprese e privati, che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alle PA.

In particolare il Conto Termico permette di ricevere un incentivo, che può arrivare fino ad un massimo del 65% della spesa sostenuta, per la sostituzione di un generatore di calore esistente con un nuovo generatore più efficiente e meno inquinante.

Entro 60 giorni dalla conclusione dell’intervento, il Soggetto Responsabile, a pena di esclusione dagli incentivi, deve presentare al GSE la richiesta di incentivazione con le stesse modalità previste per la procedura di accesso diretto. Dovrà, pertanto, inserire i dati a consuntivo per il calcolo definitivo degli incentivi. Il saldo finale sarà calcolato sulla base dei dati definitivi e dell’importo già erogato in acconto, in considerazione del massimale indicato a preventivo che rappresenta il limite massimo non superabile.

I prodotti ClimaCaloR che possono usufruire dell’incentivo Conto Termico 2.0 sono:

  • Termocamini Idroplus
  • Monoblocchi Airplus
  • Inserti Airbox
CALCOLA IL TUO INCENTIVO CONTO TERMICO
.
INCENTIVO:
ottenere-incentivi

VUOI OTTENERE GLI INCENTIVI PER LA SOSTITUZIONE DEL CAMINO,
MA NON SAI COME FARE?